Modelfoxbrianza Modellismo Ferrari Modellismo Tutorial Campionato del Mondo di F1 Database Ferrari Storia Ferrari Ferrari &...altro Mail Modelfoxbrianza Modellismo Ferrari Campionato del Mondo di F1 Database Ferrari Storia Ferrari Ferrari &...altro La Ferrari vista attraverso Modellismo, Storia e Passione






DIORAMA DEL RECINTO VERIFICHE - MONZA 29 GIUGNO 1958


1955-2005: 50° anniversario dell'Anello di Alta Velocità

Realizzazione :1998 - scala 1/43 - modelli Brumm, Old Cars, Barnini - elaborazione MfB - Collezione MfB


Di autentico confronto fra scuola americana e quella europea si può parlare a proposito della "500 Miglia di Monza", che si corre il 29 giugno 1958 con le stesse modalità dell'edizione precedente"1957".
In aggiunta alle note vetture di Indianapolis ed alle Jaguar Sport, si presentano in gara quattro vetture italiane: una Ferrari monoposto 4.023 cc, una Ferrari 3.000 cc, una Ferrari 4.200 cc della Scuderia Chinetti, ed una Maserati 4.200 cc, realizzata in collaborazione con la ditta "Eldorado" e ispirata nettamente alla tecnica costruttiva di Indianapolis.
Nelle prove Luigi Musso, sulla Ferrari 4.023 , ha stabilito la media più alta a 281,087 km/h, seguito da Bob Veith (Bowes Seal Fast Spl.) con 278,857 km/h. Il Pilota argentino non parte nella prima serie, vittima di un guasto meccanico. In compenso prende la testa Musso che ingaggia una lotta entusiasmante con Sachs e Rathmann. Al 10° giro l'italiano è ancora al comando seguito a ruota dai due americani., ma al 26° passaggio il pilota della Ferrari si arresta ai box accusando un malessere e cede la guida ad Hawthorn. Passa a condurre Rathmann seguito da Bryan, mentre Stirling Moss porta in terza posizione la Maserati Eldorado, per essere ancora superato nella fase finale da Veith. La prima serie, denominata PREMIO ESSO, si conclude con la vittoria di Rathmann, seguito da Bryan, Veith e Moss.

Musso si ripresenta alla partenza della seconda serie, denominata PREMIO MOBIL, ma deve cedere il volante a Phil Hill al 19° giro, ancora per malessere. Questa gara è poco movimentata: il tempo ottenuto dal vincitore Rathmann è di due minuti superiore rispetto alla prima. Oltre a Musso, nel corso della gara, si ritirano definitivamente Ward, Thompson, Fairman e Shell.

La terza corsa: PREMIO SHELL è pure senza storia per quanto concerne l'aggiudicazione del primo posto, stabilmente nelle mani dell'indiavolato Rathmann. Si registrano tuttavia parecchi colpi di scena nella lotta per le posizioni di rincalzo ed anche incidenti spettacolari, fortunatamente innocui per i piloti. Al 29° giro la vettura di Veith perde una ruota anteriore, ma lo speciale profilo della pista accompagna la macchina in salvo.
Al 41° giro altro incidente pauroso; protagonisti questa volta Stirling Moss e la sua Maserati: lo sterzo si rompe ed il volante rimane nelle mani del pilota inglese all'inizio della curva Sud mentre la sua vettura procede a circa 260 km/h, ma il guard-rail contiene l'urto e la sbandata si conclude senza danni per il conduttore. La media generale di Jim Rathmann, che nella classifica generale al termine delle tre prove precede Jimmy Bryan (Belond Spl.), il trio Musso-Hawthor-Hill (Ferrari) e Crawford (Mirror Glaze Spl.), risulta di 268,311 km/h.

Tratto da: Monza 1922-72 Cinquant'anni di storia - Autodromo Nazionale di Monza - SIAS 1972

L'entrata della 412 MI a Monza
Entrata della 412 MI a Monza
Moss parla con il collaudatore Maserati
Moss parla con il
collaudatore Maserati
Moss e Hawthorn
Moss e Hawthorn si salutano


500 Miglia di Monza - 29/6/1958: "Io c'ero" - Immagini amatoriali della corsa (e delle prove) Franco Gallo
 
In attesa del via alle prove la n.1 BELOND AP Special (Salih-Offy) di Jimmy Bryan.
Jimmy Bryan neo vincitore di Indy 500 e vincitore a Monza nel 1957
In attesa del via alle prove la n.1 BELOND AP Special (Salih-Offy) di Jimmy Bryan.

Jimmy Bryan neo vincitore di Indy 500 e vincitore a Monza nel 1957, nonchè vincitore nel 1953 , 1955 e 1956 del campionato USAC. Due anni dopo lo scatto di questa foto il popolare “Cowboy Jimmy” perderà la vita al volante di una midget-car in una gara di dirt track.
Fotografata ai box la n.26 BOB ESTES Spl. (Philps-Offy) di Don Freeland
I concorrenti si apprestano ad effettuare le qualifiche
Fotografata ai box la n.26 BOB ESTES Spl. (Philps-Offy) di Don Freeland.
Entra in pista la BELOND AP Spl. di Jimmy Bryan.
Entra in pista la BELOND AP Spl. di Jimmy Bryan.

I concorrenti si apprestano ad effettuare le qualifiche; si risconosce la n.49 MEGUIAR’S MIRROR GLAZE (Kurtis 500-Offy) di Ray Crawford.

Ai box in palese contrasto con i bolidi Made in Indy fa mostra di sé una nostrana STANGUELLINI Formula Junior.



Il diorama
La prima sezione del recinto verifiche
Locandina della 500 Miglia di Monza
La partenza delle 500 Miglia di Monza  -  29 giugno 1958
Prima sezione del recinto verifiche
dell'Autodromo Nazionale di Monza nel 1958
Locandina della 500 Miglia di Monza
29 giugno 1958
Partenza delle 500 Miglia di Monza
29 giugno 1958. Da notare la partenza
in senso antiorario
Esposizione diorama  Galleria Ferrari nel 1999
Esposizione diorama Museo di Quattroruote nel 1999
Esposizione diorama

Esposizione diorama
Galleria Ferrari 1999

Esposizione diorama
Museo di Quattroruote 1999

Esposizione diorama
Museo della Velocità
Autodromo Nazionale di Monza 2015/2016
 
     
Particolare della Pace Car dell'epoca
La tribuna sopra la Direzione Gara

Particolare della Pace Car dell'epoca


Tribuna sopra la Direzione Gara
I mezzi di soccorso a bordo pista sul rettifilo ovest
Particolare del camion della Castrol

I mezzi di soccorso
a bordo pista sul rettifilo ovest


Particolare del camion della Castrol
realizzato convertendo un autobus Mercedes
La Fiat 600
La pompa di benzina

Il lavoro dei meccanici
si poteva vedere anche così, sulla 600


Il lato sud del recinto verifiche
con la pompa di benzina
La Maserati "Eldorado"
Vista del "box" Maserati

La Maserati "Eldorado"
realizzata elaborando una 250F
Brumm, attorniata dai meccanici


I divisori tra scuderie, erano
costituiti da camion e furgoni
Vista dei meccanici al lavoro
Il Team Maserati

Vista dei meccanici al lavoro
per preparare le vetture da gara


Il Team Maserati
Il Team Maserati
La Ferrari 412 MI

Il Team Maserati


La Ferrari 412 MI vicino alla Bisarca
La 412 MI e la 296 MI
La 412 MI e la 296 MI vicine a Ferrari

La 412 MI e la 326 MI
vicine a Ferrari intervistato dalla RAI


La 412 MI e la 326 MI vicine a Ferrari
realizzate elaborando due 246 F1 della Brumm
Luigi Musso
I box del recinto verifiche.

Primo piano di Luigi Musso

I box del recinto verifiche.
Ai tempi non esisteva il box n°13
sostituito dal n° 12bis. Scaramanzia dei piloti.

Il camion della Maserati
La Jaguar della  Ecurie Ecosse

Il camion della Maserati


La Jaguar della Ecurie Ecosse
La parte del recinto verifiche dedicata ai servizi
Taxi e vetture da gara

Parte del recinto verifiche dedicata ai servizi
con l'abitazione del custode
e i magazzini ricovero materiali



Taxi e vetture da gara in simbiosi
nel recinto verifiche
Phil Hill - Ferrari
Mike Hawthorn - Ferrari

Phil Hill
- Ferrari



Mike Hawthorn
- Ferrari
Luigi Musso - Ferrari
Stirling Moss

Luigi Musso
- Il "Luigi Nazionale" scomparve a Reims in seguito ad incidente automobilistico durante il Gran Premio di Francia il 6 luglio 1958, una settimana dopo la 500 Miglia di Monza.

Stirling Moss
- Maserati "Eldorado"

L'ing. Giuseppe Bacciagaluppi
Giuseppe Bacciagaluppi - Lo conobbi nel marzo 1998 quando seduto nel suo ufficio in Autodromo, mi ricevette per visionare alcune parti del diorama in costruzione. Restai stupefatto della sue ferrea memoria, dai suoi gesti nobili e dalla sua tranquillità ben lontana dal "guerriero" che in passato era stato. Quando vide le parti non ancora finite del recinto verifiche riprodotte nel diorama e quando per forza di cose dovette ricordare i lontani anni 50, gli si inumidirono gli occhi . 
Il diorama del recinto verifiche dell'Autodromo Nazionale di Monza è dedicato alla Sua memoria.


HEAD



Pagina pubblicata nel nel 2003 - Ultimo aggiornamento 28/8/2016






Nota: per la visione ottimale degli ultimi aggiornamenti, si consiglia agli utenti che hanno salvato nella cache le pagine del sito di eseguire un refresh della pagina interessata, garantendosi così, vista la diversità dei browser usati, sempre la versione aggiornata. E' vietata la riproduzione del website www.modelfoxbrianza.it senza il consenso dell'autore, che può tuttavia autorizzare a citare le parti dell'opera che possono interessare, rispettandone però la paternità di essa, per non incorrere nel plagio letterario, contemplato dalla Legge 22 aprile 1941 n°633, e successive modifiche e integrazioni. Gli Autori delle fonti bibliografiche e iconografiche sono citati nella sezione Bibliografia del sito. Si ringraziano anticipatamente gli autori dei testi che hanno citato come fonte, dopo le loro ricerche bibliografiche, il presente sito web.
ATTENZIONE: sono in circolazione nel web molti spam con oggetto info@modelfoxbrianza.it. Siete pregati di cestinare senza aprire gli applicativi di queste e-mail, in quanto potrebbero essere dannose ai Vs. personal computer. Ogni abuso verrà segnalato all'organo di competenza
Le pubblicità presenti in questa pagina sono solo a scopo divulgativo e non hanno carattere di lucro. Il website Modelfoxbrianza.it viene aggiornato senza nessuna periodicità, quindi non rappresente una testata giornalistica - (Legge 7 marzo 2001, n°62). -
RIPRODUZIONE RISERVATA